Pegola - Il Culto universale dei Santi Medici - Iconografia e Venerazione dei santi Cosma e Damiano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pegola

Il Culto

L’antica chiesa di Pegola é dedicata ai santi Cosma e Damiano, ma oggi chiuso al culto, per incuria e abbandono. Sorge sulla riva sinistra del Navile, in un luogo appartato, ma fino ai primi anni 

cinquanta considerato il centro della parrocchia, in quanto il centro abitato si snodava lungo l’asta fluviale del Navile, da Ponticelli al borgo di Palazzo Venturi, anticamente chiamato Borgo Bastia.

Questa chiesa fu costruita nel 1892 sulle fondamenta di un edificio di culto forse cinquecentesco.
La chiesa subì negli anni alcuni restauri ma sul finire degli anni sessanta, essendo ubicata fuori dal nuovo contesto urbano, fu chiusa e gli arredi più importanti furono trasferiti in un locale posto nella “nuova Pegola” distante circa un chilometro dal vecchio nucleo abitativo.

La parrocchia è sicuramente la più antica del territorio comunale, poiché viene citata per la prima volta nell’”elenco delle Parrocchie della Diocesi di Bologna del 1300”. Sull'altare maggiore della nuova chiesa è stata ubicata la tela “santi Cosma e Damiano e il miracolo della gamba trapiantata” attribuita al pittore Bartolomeo Ramenghi detto il “Bagnacavallo”.

Torna ai contenuti | Torna al menu