Burgos (Spagna) - Il Culto universale dei Santi Medici - Iconografia e Venerazione dei santi Cosma e Damiano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Burgos (Spagna)

a chiesa parrocchiale dei Santi Cosma e Damiano nel 1974 é stata dichiarata monumento nazionale. La sua costruzione iniziò nel XIII secolo e nei secoli è stata oggetto di 

numerosi interventi. La chiesa si presenta con un caratteristico portale progettato da Juvan Vallejo, commissionato nel 1552, con lo schema dell'arco trionfale con dei medaglioni di San Juan Bautista e San Juan Evangelista, sormontato da una rappresentazione del Calvario sormontata dalla figura di Dio Padre, a cui si affiancano i pacchetti, anche in rilievo di Santi Cosma e Damiano. La torre, sobria e massiccia, di stile barocco classicista, è stato commissionato nel 1621 dal maestro Gabriel de Cotero. All'interno la chiesa é articolata in tre navate coperte con con fasce longitudinali. All'interno possiamo ammirare le pale d'altare della Vergine del Rosario e quella di San Andrea del XVI secolo, oltre alla pala d'altare del XVIII secolo. La pala dell'altare maggiore, in stile barocco, arricchito con oro in policromia, è realizzata tra il 1663 e il 1675 da Policarpo di Nestosa

L'armadio è costituito da predella, tre corpi centrali separati da colonne intorcigliati. Al centro sono in bella vista le statue dei patroni, i santi Cosma e Damiano, che dominano la parte centrale.  altri Santi e, in alto, la Vergine nel mistero dell'Ascensione circondata da angeli sono distribuiti. Le sculture della banca e il corpo centrale sono opere di Juan de Pobes e Juan de los Helgueros, mentre le immagini e angeliche rilievi soffitta corrispondono a Clemente de la Quintana e Martin del Hoyo. La policromia è stata applicata da Alvaro Alvarez Ruyales.

La chiesa di Burgos ospita un'opera di Leon Picardo riguardante una interpretazione del Miracolo della Gamba Nera.
Torna ai contenuti | Torna al menu